SEA: cos’è e perché è utile inserirla nella propria digital strategy

Fra le declinazioni del SEM troviamo il Search Engine Advertising: si tratta della pianificazione di annunci sponsorizzati sui motori di ricerca. L’obiettivo è intercettare gli utenti proprio nel momento in cui esplicitano l’esigenza di un prodotto o servizio attraverso una ricerca online. In questo senso, la cura nella scelta delle keyword è fondamentale per intercettare potenziali clienti con alta propensione alla conversione.

La SEA si basa su una modalità di pagamento Pay Per Click, ossia si paga solo per i reali clicl sull’annuncio, appunto.

Richiedi l’audit preliminare

Consulenza SEA

Grazie alla nostra strategia SEA, in soli 8 mesi Trony ha ottenuto notevoli risultati: +276% di vendite, +359% nel fatturato complessivo e una diminuzione del CPA pari a -72%. Risultati anche sulla connessione online-offline: 40mila visite negli store, 2mila chiamate al negozio e oltre 3mila altre interazioni con la mappa di Google.

Come Pro Web Consulting sviluppa strategie di online adv

Abbiamo un approccio a 360° al mondo paid, spaziando oltre Google Ads e operando anche su canali social (come Facebook, Instagram e LinkedIn) e Amazon. Un’analisi approfondita del cliente è il primo step per scegliere la tipologia più adatta di campagna. Svolgiamo un lavoro chirurgico sulle keyword, puntando alla qualità, quindi ai tassi più alti di conversion.

Grazie al tool automatizzato sviluppato dal nostro R&D, possiamo creare, monitorare e ottimizzare campagne efficaci, in base agli obiettivi, alla profilazione del target e al budget a disposizione.

Complementarietà SEA e SEO per potenziare la visibilità

SEO e SEA: attività aut-aut o complementari? A nostro avviso, sono assolutamente sinergiche: un buon piano di potenziamento della visibilità online deve comprenderle entrambe.

Infatti, mentre la SEO lavora sui risultati organici operando sul lungo periodo, la SEA è efficace da subito, con campagne mirate sul breve periodo, anche stagionali. Inoltre, agisce sulla brand protection, tutelando il brand da possibili “attacchi” dei competitor sulle keyword branded.

Vuoi saperne di più?