Pro Web Digest Online Ads: le news sul paid delle ultime settimane

Torniamo a raccogliere le ultime novità dal mondo delle campagne a pagamento: cosa è successo nel corso del mese di ottobre? Sveva Coltellacci, la nostra Head of SEA, ci parla non solo di Google, anzi: in questo articolo, ampio spazio a Amazon, Facebook e Linkedin!

Sponsored display ads: personalizzazione di logo e titoli

All’inizio del mese Amazon ha dato la possibilità di aggiungere un logo e un titolo personalizzati negli sponsored display ads. Questi nuovi annunci possono essere visualizzati nelle pagine di descrizione di un prodotto, recensioni dei consumatori e pagine dei risultati; sono responsive e quindi si adeguano perfettamente alla piattaforma in cui vengono mostrati.

Di seguito un esempio preso dal blog ufficiale di Amazon:

Gli sponsored Display ads sono disponibili per quei vendor o seller che si sono registrati nel registro dei brand. Dato il loro target (interesse, prodotto o visualizzazione), riescono a catturare persone in-market che hanno già visualizzato i prodotti o categorie simili. Quindi, molto utili per spingere sulla visualizzazione di prodotti nuovi o con poca copertura.

Purtroppo, solo alcuni advertiser lo potranno usare dato che bisogna essere eligible da parte di Amazon!

Cambiamento nella finestra di attribuzione delle conversioni per Facebook

Facebook Ads ha deciso di cambiare la finestra di attribuzioni delle conversioni e, quindi, il nuovo modello predefinito sarà di 7 giorni dopo il click, con la finestra di 1 giorno dopo la visualizzazione.

Questo significa che verranno conteggiate solo le conversioni e gli eventi avvenuti fino a 7 giorni dopo un click. Lato piattaforma assicurano che la modifica non impatterà sul rendimento né sulla fase di apprendimento ma, ovviamente, avendo meno conversioni tracciate potrebbero volerci più giorni per uscire dalla fase di apprendimento… i dati saranno inevitabilmente più bassi.

Noi monitoriamo quotidianamente i dati su Google Analytics per poter avere comunque un dato effettivo di conversione e poter fare valutazioni corrette sull’andamento delle campagne.

Anche LinkedIn cambia: arrivano le Stories

Come già successo per altre piattaforme, anche LinkedIn cambia tutto e aggiunge nuove funzionalità. Quello che per noi diventa importante è l’introduzione delle Stories, che rende questa piattaforma legata alla professionalità e al lavoro più leggera e colloquiale rispetto a prima.

Le Storie sono identiche rispetto ad altre piattaforme, ossia permettono di condividere per 24 ore immagini e video, ma hanno due feature che le rendono uniche, almeno per il momento:

  • Domanda del giorno – può essere aggiunta una domanda a cui tutti possono rispondere;
  • Sticker localizzati – gli sticker saranno diversi da regione a regione.
Sveva Coltellacci Head of SEA