Pro Web Digest Online Ads: iniziamo il 2021 con le news sull’adv

Non solo Google Ads: ripartiamo carichi in questo nuovo anno con le ultime notizie e i cambiamenti legati alle principali piattaforme di online adv, da Microsoft a Amazon.

Senza dimenticare però alcune nuove funzioni avanzate dell’universo paid di Big G, come la possibilità di integrare i moduli dedicati alla lead generation su campagne discovery e YouTube.

Pianificatore parole chiave in Microsoft Advertising (BETA)

Negli strumenti presenti nella piattaforma di Microsoft Advertising è presente un pianificatore delle parole chiave (ancora in beta) che a vedersi sembra proprio quello di Google Ads. Dopo aver ricreato praticamente la stessa interfaccia di Google Ads, ora è presente anche questo utile strumento.

"/

Prima era possibile usare Microsoft Advertising Intelligence, nella nuova piattaforma non è più possibile usarlo online ma solo scaricando un Add-on di Excel.

Come funziona? In apparenza ha le stesse caratteristiche di Google Ads, quindi semplice da usare.

"/

I dati proposti sono filtrabili e le parole chiave vengono raggruppate per gruppi di pertinenza. È, inoltre, possibile vedere l’andamento su base dispositivo, località ecc. ecc. esattamente come da Keyword Planner di Google.

"/

Amazon espande il suo network display a siti partner esterni

All’interno di Amazon DSP (Amazon Demand Side Platform) da Dicembre 2020 è possibile accedere a una nuova audience di terze parti. In questo modo, è possibile aumentare in maniera esponenziale la reach degli annunci rimanendo però estremamente in target.

Attraverso l’audience builder di Amazon DSP è possibile creare custom audience e audience dei competitor basandosi su interazioni dei clienti con brand, ricerche e le proprie pagine e di conseguenza un retargeting ancora più specifico e performante. Infatti, attraverso l’ASIN, le campagne vengono mostrate a utenti che sono intenzionati a comprare prodotti simili a quelli venduti.

Estensioni di moduli per la lead generation anche YouTube e campagne Discovery

Per poter ovviare al problema di creare moduli diversi su diversi tipi di campagna, Google ora permette di condividere il modulo tra campagne discovery, YouTube e rete di ricerca.

"/

All’interno della piattaforma di Google Ads è possibile scegliere i moduli per le campagne discovery e YouTube nella sezione “Estensioni”. Moduli che sono stati ulteriormente potenziati con cinquanta domande da inserire al loro intero per avere una personalizzazione ancora piè precisa.

Sveva Coltellacci Head of SEA