Pro Web Digest, episodio 7: le news più “calde” di luglio 2020

È proprio il caso di dirlo, in questo nuovo articolo della rubrica Pro Web Digest andremo a riassumere i gli hot topic più hot dai motori di ricerca, in questa calda estate un po’ sui generis.

Dopo gli sconvolgimenti annunciati da Google, che ha evocato per il 2021 l’avvento del Page Experience Update, ogni altra evoluzione sembra una piccola cosa… ma noi teniamo monitorati tutti i trend e tutte le modifiche in SERP, per fornire sempre le soluzioni di ottimizzazione più aggiornate.

Novità su una metrica essenziale, il CTR

Secondo un recente studio sul CTR (Click Through Rate) in SERP, risulta che l’intento di ricerca modifica drasticamente l’aspetto e il layout della SERP, e questi due parametri a loro volta modificano il CTR degli utenti. In alcuni casi, il primo risultato stesso passa da circa il 45% di CTR al 15%.

E non solo, se non fosse ancora evidente, emergerebbe che i Featured Snippet e i Knowledge Graph diminuiscono il CTR, così come invece la presenza di sitelink nei risultati lo aumenterebbe.

I featured snippet diventano ancora più user-friendly

Già nel 2018, Google ha lanciato una funzione nella ricerca mobile per AMP, che evidenziava in giallo la risposta in pagina. Da un annetto questa stessa funzionalità era in testing anche in versione desktop per browser Chrome e per pagine non-AMP: oggi è ufficialmente attiva, provare per credere!

Google Immagini si potenzia con testo aggiuntivo

Un aggiornamento di Google Immagini pone le basi per incrementare il traffico ai siti dalle foto. Google, infatti, sta aggiungendo più contesto alle foto nei risultati di ricerca delle immagini: informazioni su persone, luoghi o cose relative all’immagine stessa vengono estratte dal Knowledge Graph e visualizzate sotto le foto quando queste vengono cliccate.

Search Console e Google News

Una novità tanto attesa dai SEO e dai Web Analyst di mezzo mondo: finalmente è possibile avere un tab dedicato alle perfomance di Google News su Search Console, filtrando quindi il traffico proveniente da News.

Query più raffinate allo scroll

Un recentissimo test di Google, ancora in esecuzione, che riguarda la ricerca su dispositivo mobile: quando l’utente scorre verso il basso e poi nuovamente verso l’alto in una pagina, Google suggerisce alcune opzioni di perfezionamento della ricerca per la query originale.

Riccardo Gaffuri Head of SEO